Quei voli di Stato che salvano vite umane

2 07 2013

7b3e68c2237389eba9a84cac0d2f137d_XL

Giornata intensa per un Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino che nel pomeriggio di ieri ha volato senza sosta per soddisfare tre urgenti richieste di trasporto sanitario

In questi tempi di crisi economica e di cinghia tirata, vederli rullare sulle piste dell’aeroporto di Ciampino, così belli, lucidi e spavaldi, induce quasi un moto di stizza. Già, perché a bordo dei magnifici Falcon 50 in forza al 31° Stormo dell’Aeronautica Militare solitamente sfrecciano ministri, sottosegretari, senatori e deputati in missione, con tanto di codazzo al seguito. Sono le autoblu dell’aria, insomma. E che autoblu. Per trovare un equivalente su quattroruote di questi splendidi velivoli, bisognerebbe scomodare nientepopodimenoche la Maserati Quattroporte presidenziale.

Ma, fortunatamente, non è tutta casta quella che luccica. Già, perché quella di ieri per uno di questi signori dell’aria è stata sì una giornata intensa, ma per tutt’altre ragioni: ha volato senza sosta per tutto il pomeriggio soddisfare tre urgenti richieste di trasporto sanitario. Lo racconta lo Stato Maggiore dell’Aeronautica.

«Il primo trasporto – spiega l’Arma Azzurra –  si è reso necessario per trasferire un bimbo di 2 anni in imminente pericolo di vita dal Reparto Cardiologia Pediatrica dell’Ospedale “G. Di Cristina” di Palermo al Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica dell’Ospedale “Sant’Orsola” di Bologna dove verrà sottoposto a trapianto».

E non è finita qui: «Conclusa la missione, il Falcon 50 è ripartito alla volta di Cagliari per prelevare una neonata di soli 4 giorni affetta da una grave patologia congenita.  La piccola paziente è stata trasportata  dal Reparto di Terapia Intensiva del Policlinico Universitario di Monserrato (CA) all’ Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” di Roma per le indagini diagnostiche necessarie a stabilire il trattamento medico-chirurgico più idoneo».

Non c’è due senza tre: «A seguire – riporta ancora l’Aeronautica Militare – lo stesso Falcon 50 è ripartito per la terza missione in favore di un uomo di 67 anni affetto da grave patologia cardiaca. Il paziente è stato trasferito al Centro Trapianti dell’Ospedale di Udine per essere sottoposto a immediato intervento». Il Falcon 50 ha fatto dunque rientro presso l’ Aeroporto di Ciampino alle 7:40 di mstamani. «Per eseguire tutte le missioni in piena sicurezza – sottolineano dallo Stato Magguore AM- sono stati impiegati due equipaggi».

Per quanto quella di ieri sia stata senza dubbio una giornata eccezionale, gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino sono utilizzati abitualmente per il trasporto di Stato ma anche per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati, di traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone comunque in situazioni di rischio. Un’attività, quest’ultima, spiegano dall’Aeronautica, che dato l’imminente pericolo di vita delle persone trasportate, impone un livello di prontezza, ventiquattro ore al giorno, 365 giorni all’anno. Poltrone in pelle e rifiniture i radica di pregio, dunque, a fin di bene. E pazienza per la spending review, se il risultato poi è quello di salvare delle vite umane, oltre scarrozzare onorevoli.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: