Attacco alle Quirinarie del M5S: c’è una rivendicazione

12 04 2013

534462_453536718056314_418219827_nAltro che hacker. Altro che attacco informatico. Altro che “complotto” del web. Da Facebook arriva un’altra verità, completamente diversa. E forse anche peggiore, almeno per i militanti a Cinque Stelle che avevano dato fiducia alla consultazione.

Alla base del flop delle Quirinarie lanciate dal Movimento 5 Stelle per scegliere il candidato grillino al Colle, infatti, ci sarebbe un gruppo di normalissimi utenti del web che avrebbero semplicemente sfruttato grossolani buchi del sistema di voto imbastito da Grillo, Casaleggio & Co. per propinare un proprio candidato. In sostanza, i non-hacker non avrebbero affatto “bucato” il blog di Grillo, ma avrebbero soltanto sfruttato le debolezze del blog stesso e l’assenza di controlli efficaci per creare decine e decine di finti profili e quindi votare in modo tale da condizionare pesantemente l’esito delle consultazioni. Da qui, dicono, sarebbe arrivata la scelta di Beppe Grillo di annullare il voto e far partire tutto daccapo. Raccontando però la versione dell’attacco hacker per mascherare i problemi del suo blog.

Sarà vero? Sta di fatto che proprio gli stessi utenti, i sedicenti autori del flop, ad aver dato già nella giornata di ieri l’annuncio del gesto dimostrativo, e ad averne rivendicato la riuscita quest’oggi. Rivendicazione e annuncio stanno cominciando a fare il giro del web. Ecco l’annuncio dell’attacco, pubblicato ieri sulla pagina Facebook “WAFFANCULO 5 STELLE

«WAFFANCULO 5 STELLE SCEGLIERA’ IL CANDIDATO PRESIDENTE DI MOVIMENTO 5 STELLE. NEGLI ULTIMI MESI NOI E I NOSTRI AMICI ABBIAMO REGISTRATO MIGLIAIA DI ACCOUNTS SUL SITO DI GRILLO. OGGI ABBIAMO ESPRESSO LA PREFERENZA PER IL NOSTRO CANDIDATO.
Niente di illegale. Tutto regolare secondo le regole dettate a Grillo. Abbiamo la certezza matematica che il nostro candidato rientrerà nella lista dei candidati.

Rendetevi conto quale validità può avere un televoto del Presidente della Repubblica fatto così, sul sito di Grillo, senza nessun controllo, senza nessuna verifica, senza nessuna trasparenza.

Chiunque si può registrare, non c’è nessun serio controllo, il voto è falsabile da un candidato ma è ancora piu facilmente falsificabile da parte dall’amministratore del sito, gli basta un click per cambiare il risultato. Chi è che verifica, c’è forse un notaio?

Grazie a un “democratico” televoto Pupo e Emanuele Filiberto hanno quasi vinto il Festival di Sanremo. I voti virtuali sono numeri fantasma scritti con inchiostro simpatico. Come si può spacciare per Democrazia una così colossale presa per il culo?

Altro che democrazia partecipata, questa è fuffa partecipata.

Alberto Bagnai 1962
Antonio Di Pietro 1950
Bruno Tinti 1942
Carlo Petrini 1949
Carlo Rubbia 1934
Emma Bonino 1948
Ferdinando Imposimato 1936
Franco Grillini 1955
Gherardo Colombo 1946
Gian Carlo Caselli 1939
Gino Strada 1948
Gustavo Zagrebelsky 1943
Ilda Boccassini 1949
Loretta Napoleoni 1955
Maria Falcone 1936
Mario Draghi 1947
Milena Gabanelli 1954
Paolo Becchi 1955
Piercamillo Davigo 1950
Riccardo Muti 1941
Roberto Benigni 1952
Roberto Scarpinato 1952
Salvatore Borsellino 1942
Salvatore Settis 1941
Silvana Arbia 1952
Stefano Rodotà 1933
Tina Anselmi 1927
Umberto Rapetto 1959»

Persino numerosi utenti “accreditati” avrebbero riscontrato più di una difficoltà nell’esprimere correttamente il proprio voto. Come si evince dalle discussioni che circolano in rete tra i militanti a 5 Stelle

554893_495530783834639_410501490_n

Annunci

Azioni

Information

8 responses

12 04 2013
Salvatore Pirozzi

E’ assolutamente falso. Proprio per evitare che accadesse quanto “rivendicato” dai sedicenti utenti autori della manipolazione, potevano votare solo gli utenti iscritti entro il 31/12/12 che hanno CERTIFICATO LA PROPRIA IDENTITA’ attraverso l’invio della foto di un proprio DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO.
Se il documento è falso o non leggibile, lo staff informa della non avvenuta certificazione.

12 04 2013
bloodybishop

Questo è quanto sostiene il Blog. Ma è davvero così per tutti i 600mila (cifra stimata dal M5S) utenti certificati?

12 04 2013
Salvatore Pirozzi

Sono un attivista molto esperto e, occupandomi anche dell’accoglienza ai nuovi iscritti, posso confermare la precisione dello staff del blog di Grillo nel controllare tutti i documenti e nel permettere il voto solo agli utenti certificati.

Non darei risonanza ad anonimi in cerca di 5 minuti di gloria.

12 04 2013
bloodybishop

Non metto in dubbio la tua competenza, la tua buona fede e la tua professionalità, ma chi sono i componenti dello staff? Quanti sono? Come operano? Chi affida loro l’incarico? Con quale modalità vengono selezionati affinché possano operare adeguatamente nella gestione di una tale mole di dati, e soprattutto dati così delicati come quelli personali? Non c’è via polemica, sono veramente interessato a saperlo. Spero potrai aiutarmi a capire meglio. Grazie molte

12 04 2013
Salvatore Pirozzi

Sulla composizione non saprei risponderti, essendo attivista su base locale. Ma posso ben immaginare che abbiano un responsabile per il trattamento dei dati personali, come prescrive la legge sulla privacy.
Posso garantire sul fatto che la rivendicazione di quel gruppo è assolutamente inverosimile. Ho aiutato molti nuovi attivisti che avevano problemi con il processo di certificazione perchè il sistema è, giustamente, molto pignolo.
Per modificare sensibilmente l’esito delle votazioni avrebbero dovuto avere possesso delle copie di migliaia di documenti di altre persone, ignare di essere iscritte al M5S. Il chè sarebbe assolutamente illegale. Invece, loro dicono di aver agito legalmente.

12 04 2013
DanieleS

Se fosse vero, sarebbe facile risalire alle identità analizzando i c.d. log di sistema ed incrociando i dati immessi “furtivamente”. Allo stesso modo si poteva “annullare” i voti “compromessi”. Ma tutto ciò è inverosimile per lo stile e la forma di questa “rivendicazione” sembra frutto più mitomane allo sbaraglio.

13 04 2013
Gianfranco

beh, si poteva votare più volte semplicemente cambiando PC (e connessione). Su 600mila iscritti ed aventi diritto..hanno votato solo 50mila..ne sono usciti 10 nomi, quindi con una media pro capite di 5000 voti. Al ballottaggio vincerà chi riceverà UN solo voto in più rispetto queste cifre (come eventuale ipotesi). Se consideriamo un bacino potenziale di 8 milioni di elettori m5s, parlare ancora di Scelta Democratica di un candidato Presidente espressione di M5S è semplicemente ridicolo….

13 04 2013
Le dubbiose “Quirinarie” del Movimento cinque stelle | / ca gi zero /

[…] a bypassare i deboli controlli del M5S ed esser riuscito a fare voti multipli, il che scatena altri dibattiti. Il responsabile della comunicazione del M5S pubblica questo post in cui curiosamente […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: