Cyberbunker, Spamhaus e la lotta per la libertà del web

28 03 2013

277-0-34072_cyberbunker-datacenter_tChe una specie di battibecco da pianerottolo possa portare il web sull’orlo dell’equivalente informatico di una guerra nucleare potrebbe sembrare impossibile. Ma è esattamente quello che rischia di accadere in queste ore con il duello a distanza tra Spamhaus e Cyberbunker, a suon di messe al bando e massicci attacchi DDoS, in grado di mandare gambe all’aria in poco tempo la maggior parte dei siti web. Gli esperti lo hanno già definito il più grande attacco spam nella storia della rete. Una specie di Hiroshima del web. E non sono lontani dal vero se, per “mettere una pezza”, è scesa in campo anche la corazzata Google.

LEGGI QUI L’ARTICOLO COMPLETO

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: