Andrea, una storia di vele, stralli e ingegno

26 04 2010

Immaginate di avere una passione sfrenata per la vela, e di essere attratti senza possibilità di fuga dal richiamo del mare, dalla forza dei venti che sferzano incessanti su onde sempre imprevedibili e capricciose, dai duelli all’ultima virata. Immaginate poi di aver anche sgobbato sui libri come un forsennato, arrivando a conseguire prima una laurea in architettura navale e poi un’altra in ingegneria. Bene. Adesso che fate? Semplice. Siccome la sfida del mare e delle regate non è sufficiente, ve ne ponete un’altra ancora più difficile, che metta alla prova le più grandi passioni della vostra vita: quella di costruirvi la vostra barca tutta da voi. E di vincere, anche, sbaragliando a soli 27 anni una serie di concorrenti ben più esperti (e anche meglio finanziati) di voi in una delle competizioni velistiche più blasonate d’Italia. Semplice, sì, ma solo se vi chiamate Andrea Pendibene.

Questo 27enne viareggino (se più ingegnere, architetto, velista, o tutto quanto insieme, fate un po’ voi) al telefono sembra un ragazzo come potrebbero essercene tanti da quelle parti, con nel sangue mescolata la classica verve tutta toscana e il bon ton di chi comunque ha avuto una formazione universitaria giacca-e-cravatta. Poi però comincia a raccontarvi delle due lauree conseguite a tempo di record, e di quella volta che nel 2007 aveva rimesso a posto tutto da solo una barca malconcia come poche rinvenuta in un vecchio pollaio e con quella aveva attraversato l’Atlantico dalla Francia al Brasile. E’ allora che si capisce che non tutto è proprio come sembra.

«Avete presente la classica immagine dello skipper francese, coriaceo, muscoloso e barbuto, e quell’a dell’ingegnere “fighetto” e perfettino? Ecco, io cerco di ritagliarmi un posto esattamente a metà strada tra i due». E’ in gamba, Andrea, o “Andy P.”, così come si firma sul suo sito web (www.andreapendibene.it), un po’ vetrina di progetti e imprese, un po’ diario di bordo in versione 2.0. E’ talmente in gamba da aver voluto ripetere l’avventura del 2007, questa volta con l’aiuto di un gruppo specializzato in telefonia satellitare, progettando e contribuendo allo sviluppo della barca con cui, pochi giorni fa, ha vinto nella categoria Transat 650 il Gran Premio d’Italia, seconda tappa del campionato italiano di vela. Anche la prima tappa del campionato, guarda un po’, la Arcipelago 650, è stata vinta da Andrea e dalla sua barca “home-made”, che adesso si apprestano a partire all’arrembaggio della terza ed ultima, quella decisiva, che si disputerà davanti alle coste sanremesi. «E’ la realizzazione di un sogno – racconta – Fin da piccolo sono stato un appassionato di regate e, assieme a questo, ho sviluppato la passione della progettazione, maturata nelle aule universitarie. Adesso che riesco a fare entrambe le cose non potrei essere più contento, e spero diventi il mio mestiere “da grande”». Insomma, un po’ skipper avventuroso e un po’ ingegnere “fighetto”, come lui stesso si definisce.

Sulla sua barca, da un mesetto a questa parte, campeggia anche il logo del Ministero della Gioventù. Chissà se lo stemma tricolore gli avrà portato fortuna o, come si dice tra veri lupi di mare, “buon vento”. Di sicuro può essere considerato una sorta di “marchio di fabbrica” istituzionale per riconoscere a vista, anche tra i flutti più impetuosi, un giovane e promettente talento italiano che ha saputo fare delle sue più grandi passioni uno stile di vita e, c’è da crederlo, un domani non molto lontano anche una professione di successo.  

Luca Pautasso

da La meglio gioventù

da

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: