Raffaele, creatività e talento dalla terra d’Abruzzo

2 12 2009

Ci sono giovani per i quali il principio del merito, l’impegno e il sacrificio sono le vie da percorrere per la realizzazione tanto professionale quanto umana e civile. Sono la “meglio gioventù” d’Italia, una realtà quanto mai viva e attiva, a dispetto delle cassandre e di chi vorrebbe i giovani tutti ignavi e bamboccioni. Ma tra questi giovani c’è anche chi del proprio talento vorrebbe fare uno strumento per venire in aiuto al prossimo.

Lui si chiama Raffaele Mauro, ha 28 anni, una laurea in Economia conseguita con il massimo dei voti all’Università di Pescara ed un dottorato di ricerca alla Bocconi. Nonostante la giovane età, il curriculum di studi e riconoscimenti è di quelli che farebbero invidia a colleghi economisti ben più anziani e “scafati”. Qualche mese fa aveva preso parte con profitto al progetto Global Village Campus, ideato dal Ministero della Gioventù e realizzato con la collaborazione dell’Università “La Sapienza” di Roma per mettere in contatto i 600 migliori neolaureati d’Italia con i più grandi marchi e le maggiori aziende operanti sul territorio nazionale.

Il suo ultimo successo, in ordine di tempo, è il riconoscimento ottenuto nel contest “Accadde domani”, promosso dalla fondazione Italia Futura, di cui è fautore Luca Cordero di Montezemolo. Dal concorso di idee per progetti rivoluzionari di micro politica e innovazione, lui è uscito vincitore tra altri 450 concorrenti proponendo per il rilancio del tessuto industriale e produttivo abruzzese, gravemente colpito dal sisma, una nuova piattaforma di microcredito alternativa tanto ai finanziamenti pubblici quanto al sistema creditizio tradizionale, ovverosia quello delle banche. Ora il prossimo obiettivo è quello di tramutare il suo progetto vincente in una realtà altrettanto vincente, dando via allo start-up della piattaforma con la maggiore rapidità ed efficienza possibile.

Al Global Village Campus, nei due concorsi banditi dalle aziende durante la sua settimana di permanenza, quello di Microsoft, molto simile nei contenuti e nelle finalità a quello poi da lui vinto con la fondazione Italia Futura, e quello di Paolmbini, aveva fatto man bassa di premi. Due vittorie ed un terzo posto. Già, perché laddove tanti suoi colleghi si erano concentrati su un progetto solo per tentare di raggiungere il gradino più alto, lui ne aveva buttati giù due o tre.

Raffaele è l’emblema di una meglio gioventù che ha talento da vendere, e non ha paura di metterlo in gioco. Dove c’è competizione si cimenta, ma non solo: mette le sue risorse a disposizione della comunità. Per Raffaele Mauro, infatti, la maggiore aspirazione è quella di poter essere d’aiuto agli altri con il suo lavoro, i suoi progetti e le sue capacità: «Tra i progetti a lungo termine che coltivo c’è quello di continuare a studiare, a formarmi e informarmi, e dare una mano agli altri».

«Mi piacerebbe poter dare un aiuto concreto ai miei conterranei abruzzesi» spiega. E’ anche per questo che ha pensato il suo progetto proprio costruendolo attorno alle necessità di rilancio e consolidamento del tessuto economico e produttivo in Abruzzo. «Non sono stato colpito personalmente dal dramma del terremoto, per fortuna – dice – Ma questa tragedia non mi ha certo lasciato indifferente: ora il mio più grande desiderio è quello di avere l’occasione per mettere le mie idee a disposizione della mia terra».

Luca Pautasso

da La meglio gioventù

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: